Please read the Guidelines that have been chosen to keep this forum soaring high!

Domanda personale di Neil

La Risposta di Dio alla domanda personale di Neil

Con la gentile concessione di Neil, allego una sua domanda a Dio e la risposta di Dio così com’è arrivata attraverso Heavenletters™. Neil è una celebrità della radio a Londra. Neil continua a fare domande a Dio. Mi sembra che ogni risposta di Dio, proprio come le Heavenletters, sia per tutti noi. Vedete che sensazioni vi dà:

23-4-06 Neil a Dio:

Caro Dio,
Ciao, io leggo le Tue Lettere e le riposte alla mie domande personali… e sembra tutto così… bello! Emozionante. Grandioso. Espansivo… tutte le cose buone, eppure ogni volta che la mia mente torna su questo soggetto, sprofondo in un’enorme confusione. E non voglio che accada. Voglio sapere davvero come evitare la confusione. Lo confesso, in realtà non capisco niente di metafisica o qualcosa del genere, ma naturalmente sto cercando di essere gioioso e felice. Che cosa devo capire prima di poterlo rivendicare? Non capisco cosa sia la coscienza. Guardo indietro alla mia vita prima di entrare in questa roba e mi sembra di ricordare che ero molto più accomodante e fiducioso e ambizioso e molto migliore in generale. Gli aspetti negativi della spiritualità (come nei film d’orrore) sono entrati nella mia testa e hanno seminato distruzione, ora la ‘roba buona’ sembra confondermi.

Sembra tutto così buono. Come posso sfruttare questo?
Detto in poche parole, naturalmente, ho dei traguardi, dei desideri e dei sogni. Voglio anche avere grandi amicizie, relazioni, amanti, ecc. Vorrei anche avere una vita spirituale di qualche genere, ma che cosa significa?

Cos’è la pace interiore? Come si fa a trovarla? La Bibbia dice che saranno in pochi a trovarla e, francamente, è così dannatamente contraddittorio, confondente e difficile, che non mi sorprende affatto. La vita non sarebbe molto più facile per tutti noi, e non Ti servirebbe meglio, se la rendessi più facile? Come posso trovare la pace che cerco?

Inoltre ho davvero bisogno di liberarmi del passato. Per qualche motivo continuo a ripassarlo e mi sento colpevole. Come posso lasciarlo andare? Per carità, non sono un criminale e non lo sono mai stato,sebbene abbia passato molto tempo a sentirmi come se lo fossi.

Sono anche molto confuso riguardo ai sentieri della vita. Sembra che io sia molto indeciso. Dovrei essere normale e trovarmi un lavoro. Dovrei stabilirmi? Dovrei seguire il grande sogno? Che cos’è? Come? Hai detto in precedenza quanto poca importanza abbia la vita quotidiana… quindi che senso ha fare qualunque cosa. Ma non voglio non fare nulla!

Sei Tu ad avere il controllo di quello che accade nella mia vita, o sono io? Sono responsabile e sto creando il tutto? Se è così, come lo faccio? Concetti come attenzione, intenzione, sono una zona un po’ grigia, come la legge d’attrazione. Non riesco a capire che se c’è qualcosa di male e uno gli resiste, ne riceviamo dell’altro.

Ci sono tante cose che mi piacerebbe fare, imparare, sperimentare, e sento che questa confusione mi trattiene. Pensare di pensare di pensare…

Voglio godermi la vita come facevo prima, e voglio davvero contribuire in qualche modo.. . ed espandermi ed essere di più… ed essere solo normale. Non sono sicuro di quello che sto cercando di dire qui, sto solo chiedendo il Tuo intervento e aiuto, immagino. Voglio sentirmi bene riguardo alla vita e sapere che è un bene. Voglio essere inondato di idee brillanti e pieno di gioia! Ricordare i miei sogni e crearli e sapere anche come, ma ci sono tante informazioni contraddittorie…
In un modo o nell’altro, sembra che io sia stato morto per anni, cercando di capire quali erano le mie credenze, come cambiarle, come comunicare questo agli altri… tutto questo è così nuovo e strano per me, non so dove andare. Per favore, aiutami. La gente ha problemi insormontabili e tutti sembrano giudicare tutti gli altri!
Grazie, Neil

Dio a Neil:

Amato Neil, la tua mente deve rivolgersi ad un soggetto, quando ritornare su quel soggetto ti confonde? Quale soggetto? Tu chiedi se c’è qualcosa che devi capire. Sì, la risposta è che non c’è nulla che tu debba capire. Lascia riposare la tua mente. Amato, che cosa ti ha dato il cercare di capire? C’è un punto di non ritorno.

La tua coscienza è il tuo Essere. Non è quello di cui sei consapevole. E’ il tuo stato d’Essere. Coscienza va al di là di ogni definizione. E’ infinita. Quando cercate di identificare l’infinito, state cercando di renderlo finito. Tanto vale che proviate a definire Me. Io sono oltre ogni descrizione, e così anche tu. Se devi definire te stesso, allora identificati come un Amatissimo figlio, caro a Dio.

Ah, è semplice. La pace interiore è semplice. E’ un brodo semplice. I Miei figli ci gettano dentro tante cose. Lasciate che sia solo brodo e basta. La pace interiore è coscienza della coscienza, ma non è nel pensiero. Persino i tuoi pensieri sono disturbi esteriori. Tu hai la pace interiore, sia che la localizzi o meno. Lascia che il resto cada e l’avrai.

Ci sono quelli che trovano la meditazione utile nello sgomberare la mente. Pensa di tirarMi giù dal Cielo e offriMi una sedia accanto a te, amato. Pensa quanto siamo vicini. Mi tiri ancor più vicino a te ed ora sono entrato in te, e adesso Io esisto dentro di te. Abbi una vaga consapevolezza. E’ sufficiente. Appoggiati a Me come Io Mi appoggio a te. Stai in Me come Io sto in te. Io sono oltre il pensiero, Neil.

I tuoi pensieri sono grosse cariche elettriche. I tuoi pensieri ti eccitano. Come dirlo? La quiete della consapevolezza di Dio dentro di te è pacifica, eppure porta una certa carica in sé. Possiamo chiamarla ravvivante, però è diversa dall’eccitazione. E’ eccitante, ma non è eccitazione. Non c’è alcuna rivoluzione. L’eccitazione è all’esterno di te. La pace interiore è all’interno. Non è una rosa che cogli. E’ una rosa nella mano.

In verità, non puoi evitare la vita spirituale. Ma non deve necessariamente essere come tu pensi. Lascia che sia spirituale semplice. Lascia che sia Io! Lascia perdere la vita spirituale. Pensa a Me! Quando i tuoi pensieri ti inseguono, pensa a Me. Pensa Dio invece di tutti i miriadi di pensieri indesiderati. Vorresti pensare a Me? La vita spirituale non è una vita separata.

Amato Neil, tu stai cercando una cura. Stai cercando una cura quando non c’è alcuna malattia!

Se non sai qual è il tuo grande sogno, allora segui quelli piccoli. Stai forse aspettando che nascano delle relazioni? Una relazione è qualcosa che si sviluppa. Stai forse cerando una rosa completamente aperta quando una rosa deve aprire i petali come un uccello le sue ali. Sii aperto e basta. Non c’è nulla che tu debba fare in un certo modo. Apri gli occhi. Svuota la mente per un attimo. Forse c’è qualcuno a cui puoi dare un po’ di felicità.

La felicità non arriva su richiesta. Non è qualcosa che puoi comandare. Eppure, per tutto il tempo, è a tua disposizione. Non puntare la torcia su essa, Neil. Tu non hai bisogno del tuo passato. Non è essenziale per te. Quando pensieri del passato arrivano, dà loro un buffetto sulla testa, come faresti con un bambino che richiede la tua attenzione.

La tua vita è una scelta tua. Non vuol dire esattamente ciò che significa ‘sotto il tuo controllo’ nel tuo gergo. Considerala come la radio. Tu giri il sintonizzatore. Quel che c’è su una stazione è quel che c’è su quella stazione. Sintonizzati sulle stazioni che suonano la tua musica preferita. Non devi sintonizzarti sulle stazioni la cui musica non ti piace. Non devi controllare per vedere cosa stanno suonando.

Tu regoli la sintonia fine nella tua vita.

Prima avevi la felicità, perché ci pensavi di meno. Insegui la felicità, se devi, e goditi l’inseguimento. Non devi catturare la felicità per averla. Non è un pesce attaccato alla lenza. E continua a darne, Neil. Dai via la tua felicità e così la moltiplicherai.

Comincia a pensare che hai la felicità adesso. E’ tua. Ti è arrivata. E’ un pesce che ti nuota accanto. Lascia che nuoti come vuole.

Neil, Io desidero che tu conosca la tua felicità.

La felicità sta in te. Un lavoro normale o un lavoro non normale, non sono soluzioni, amato. Sono delle strade. Puoi avere la felicità su qualunque stradina camminerai. 1+1=2. Ma la felicità non è proprio così. Non è qualcosa che puoi sommare. Lascia andare la sua coda e sarai consapevole di una felicità maggiore e più grande. La felicità è sottostante.

Con chi vorresti cambiare posto, Mio caro caro figlio? Afferra la felicità che è già tua. Lascia perdere tutti i ma. Niente più ‘e’, ‘se’ o ‘ma’. Nella vita ci sono dei rovi. Quanto più ti dimeni in essi, tanto più rimani impigliato.

Se non riesci a lasciar andare il passato, allora lascia andare il senso di colpa. Stai facendo progressi. Stai facendo progressi. Sii gentile verso il mio figlio dal cuore tenero. Sii benevolente.

Non esiste alcun sentiero della vita. Oppure, l’unico sentiero della vita è quello su cui ti trovi. Puoi cambiare corsia in qualunque momento. La tua felicità non dipende dall’esteriore. Tu sei il sentiero della tua vita e di tutta la felicità che Io ho immagazzinato per te.

DimMi una cosa che ti piacerebbe fare, e poi vai e falla. Che cosa stai aspettando esattamente? Ti do il permesso ora. E sii felice lungo il cammino. Rilascia te stesso. Esci dalla schiavitù. I tuoi pensieri, invitati o non invitati, non devono legarti. Non sono delle corde e tu non sei un ostaggio. Tu sei il Mio amato figlio.

Rispetta il Mio amatissimo figlio e tutti gli altri che camminano con te.

Hai ragione. Il mondo giudica e giudica a dritta e a manca. Ed ora tu lasci andare il giudizio, come vorresti che gli altri facessero. Sii colui che spiana la strada. Sei destinato a condurre, non a seguire. Inizia adesso.

Prendi il toro per le corna nello stesso tempo in cui lo lasci andare. Stai tranquillo, amato. Stai tranquillo. Riconosci la Mia presenza. Riconosci la ricchezza che possiedi e la felicità che è tua.

Guarderai in alto e sorriderai adesso? Ti farai onore? Non c’è alcun bisogno di guadagnarsi la felicità. Di sicuro non per mezzo dell’infelicità. Non c’è alcuna iniziazione qui. Non c’è nulla che tu debba attraversare.

Leggi quello che ti dico con il cuore più che con la tua mente.

Ti sto dicendo che Ti amo. Ti sto dicendo che hai delle scelte nella vita. Fai quelle che vuoi. Sappi che nulla è cruciale. Qualunque cosa sceglierai, avvicinati a Me.

Io ti bacio sulla fronte. Ti tengo la mano. Ti guardo negli occhi e ti vedo immerso nell’amore che tu sei.

Tutto è bene. Lascia che la rosa si schiuda.

Con amore, Dio

Copyright Heavenletters
C 1999-2006

Traduzione di Paula Launonen